Operazione “Senza Traccia” in corso

ROMA- Come di consueto, la domanda di prodotti ittici si incrementa durante questo periodo di festività, parte allora l'operazione "Senza Traccia" con un conseguente aumento del rischio di elusione della normativa di settore.

Proprio per questo, anche quest’anno la Guardia Costiera ha confermato il proprio impegno, finalizzato a tutelare i consumatori e a contrastare le attività di pesca e immissione in commercio di prodotti illegali nel rispetto delle vigenti disposizioni nazionali ed internazionali in materia, ma soprattutto in difesa del “made in Italy” e degli onesti lavoratori del settore.

L’operazione complessa Senza Traccia” - in corso in questi giorni su tutto il territorio nazionale e che si protrarrà fino al 24 dicembre ha visto solo nel territorio di competenza della direzione marittima della Toscana, al sequestro di 4 tonnellate di prodotti ittici e alla chiusura di 2 esercizi commerciali oltre che per il contenuto illegale trovato, 1000 kg di prodotti ittici già scaduti e quasi 600 kg di alghe prive di ogni informazione legale anche per le pessime condizioni igienico sanitarie. grosso gestito da cittadini cinesi, hanno rinvenuto oltre 1.000 kg di prodotti ittici scaduti pronti per essere messi in commercio e 555 Kg di alghe, destinate alla ristorazione, risultate prive delle informazioni che ne indicassero la corretta provenienza e continuando anche il sequestro di granchi cinesi vivi. Considerato il potenziale pericolo per l’ambiente e l’ecosistema nei casi di introduzione accidentale o volontaria del granchio cinese nelle acque marine e fluviali, oltre che il rischio per la salute del consumatore in caso di consumo, i crostacei sono stati posti sotto sequestro.

Condividi questo articolo

Pubblicità