Manca la neve, ormai è emergenza

Manca la neve, ormai è una vera emergenza sulle montagne toscane. E non nevicherà granchè neppure nei prossimi giorni, forse addirittura nelle prossime settimane. Lo dice al nostro telegiornale Gianni Messeri, previsore del Lamma. Mette in evidenza che possono esserci anomalie (come quella di fine 2019 con una abbondante nevicata sull’Abetone) ma che la tendenza è quella del riscaldamento del clima.

Del resto, anche quel 2019 è stato un anno particolare perché le temperature sono state mediamente molto più alte del solito. La settimana prossima la circolazione dell’aria però cambierà e ci avvicineremo alle temperature medie di questo periodo. Qualche nevicata potrebbe anche esserci, ma solo ad alta quota.

Gli effetti economici di questa assenza della neve sono evidenti. Solo all’Abetone e nel comprensorio si stima una perdita già adesso di dieci milioni. E ci sono state centinaia di disdette. La situazione ha spinto il consigliere Marco Niccolai a convocare d’urgenza la commissione che presiede, quella per le aree interne. Si riunirà lunedì 9 gennaio, i consiglieri chiederanno incentivi e ristori al governo (come accadde per la pandemia). Ma valuteranno le conseguenze del clima (e del fatto che manca la neve) anche su un periodo più lungo, con l’obiettivo di studiare strategie per il futuro. Le interviste a Messeri e a Niccolai sono nei nostri telegiornali di oggi, anche in streaming.

Condividi questo articolo

Pubblicità