In Toscana 737 nuovi casi di Covid, siamo a ‘rischio basso’

Si mantiene stabile il numero di nuovi casi del Covid in Toscana ma la nostra regione resta a 'rischio basso'. In questa giornata dell’Epifania sono infatti 737, giovedì erano poco più di 800. Corrispondono al 16% dei test effettuati. Se però consideriamo solo i test fatti per la prima volta, escludendo dunque quelli di controllo, la percentuale sale all’81%. Solo le province di Firenze e Livorno hanno più di 100 nuovi positivi (rispettivamente 147 e 106). Lucca, Livorno e Pisa sono le province con il tasso di positività più alto dall’inizio della pandemia.

Purtroppo ci sono stati 8 decessi nelle ultime 24 ore. Sono 4 uomini e 4 donne, l’età media è di 86 anni e mezzo. Risiedevano a Firenze (in 4), a Prato (2), Livorno (1), Pisa (1).

In ospedale restano 464 persone (il numero è stabile), ci sono 2 persone in più in terapia intensiva (in totale adesso sono 21).

Sono ancora più di 73mila i toscani isolati a casa con sintomi lievi (aumentano di un centinaio).

Il dato toscano non induce adesso a particolari preoccupazioni. Più in generale in Italia l’incidenza di casi è salita da 207 a 231 casi ogni 100mila abitanti. L’indice Rt è dello 0,83, sotto la soglia epidemica di 1. Si ferma ancora al 3,2% l’occupazione delle terapie intensive. In un quadro che non desta troppo allarme, si alza il livello di guardia per tre regioni. Sono Lazio, Puglia e Umbria quelle classificate a rischio alto (una settimana fa nessuna regione rientrava in questa categoria).

Le regioni a rischio moderato sono aumentate da 5 a 12. La Toscana assieme a Friuli Venezia Giulia, Liguria, Lombardia, Piemonte, Val d’Aosta) è classificata a rischio basso. Altre notizie nei telegiornali di oggi 6 gennaio.

Condividi questo articolo

Pubblicità