Record nazionale visitatori agli Uffizi

FIRENZE- Record assoluto di visitatori per le Gallerie degli Uffizi con il superamento del traguardo dei 200 mila visitatori giunti nel corso del periodo delle festività natalizie.

202.686 per la precisione, massimo storico per il periodo dell’anno, trainato anche dalle aperture straordinarie di Santo Stefano e del primo gennaio.

Gallerie degli Uffizi

Una cifra che nel dettaglio vede 147.348 ingressi alla Galleria delle statue e delle pitture, 61.557 al Giardino di Boboli e 39.606 a Palazzo Pitti.

L’idea di tenere aperti i luoghi museali a livello nazionale ha registrato una approvazione generale confermata dal numero dei visitatori, turisti stranieri e non che ne hanno approfittato.

Uffizi esterni

Il numero registrato per Firenze porta la Galleria ad aver raggiunto il primo posto in assoluto rispetto agli altri luoghi della penisola. Va detto anche che Firenze gode di alcuni vantaggi che non sono di poco conto. Una posizione geografica centrale che permette una migliore raggiungibilità. Una posizione invidiabile circondata da un insieme di luoghi storici e monumentali che ampliano gli orizzonti da perlustrare da parte dei visitatori. "Un museo non è solo un luogo che raccoglie ed espone opere d'arte, ma deve essere anche, e forse soprattutto, un centro di ricerca e di diffusione del sapere accessibile a tutti , ha commentato soddisfatto il direttore degli Uffizi Eike Schmidt infatti l’attività divulgativa e scientifica continua con una serie di incontri, 21 in totale che arrivano fino alle porte della primavera: Dialoghi d’arte e cultura ormai da cinque anni svolge l'importante compito di avvicinare cittadini e ospiti a temi inediti e ad approfondimenti culturali grazie alle testimonianze dirette dei protagonisti della ricerca scientifica e dei professionisti del mondo dei beni culturali. Dopo le limitazioni dovute all'emergenza pandemica, è ora di nuovo possibile assistere alle conferenze in presenza, nello splendido contesto dell'Auditorium Vasari, dove contiamo di ospitare un pubblico sempre più numeroso e curioso”.

Condividi questo articolo

Pubblicità