Difensore Civico, l’ora della scelta

Martedì 17 gennaio il Consiglio regionale dovrebbe scegliere il nome del nuovo Difensore civico della Toscana. Prenderà il posto che era di Sandro Vannini e prima ancora della compianta Lucia Franchini.

Nella riunione della Commissione, martedì scorso, è emerso il nome di Lucia Annibali. E’ marchigiana, avvocato, ed è stata vittima della violenza del suo ex fidanzato che la fece sfregiare con l’acido. Il suo nome è stato proposto da Italia Viva, il partito di cui era deputata. L’hanno votata all’unanimità, i membri della commissione. Ma i gruppi di opposizione non hanno partecipato a quella scelta. E così, alla vigilia della decisione finale, non sembra ricucita quella frattura tra maggioranza e opposizioni che è sempre più netta dopo le elezioni del 25 settembre.

Adesso ci prova il presidente del Consiglio regionale Antonio  Mazzeo a dare una scossa, proponendo un patto istituzionale. Con un ufficio di garanzia affidato alle opposizioni (il garante dei minori). Ma le risposte, che potrete sentire nella trasmissione Regionando di Telegranducato, non sono accomodanti, almeno per ora. Durissimo il capogruppo di Fratelli d’Italia, Francesco Torselli: “non cambiamo idea per una poltrona”. La capogruppo del Movimento 5 Stelle Irene Galletti dice invece che presenterà un altro nome, tra quelli che si sono autocandidati per il ruolo di Difensore Civico.

Condividi questo articolo

Pubblicità