Sicurezza e alternanza, centinaia gli studenti in piazza

LIVORNO - Centinaia di studenti sono scesi nella mattina di questo venerdì in piazza a Livorno per protestare contro i tagli all’istruzione che si traducono in un generale deterioramento delle strutture scolastiche, mancanza di materiale, assenza di spazi adeguati per laboratori e altre necessità per gli studenti e le studentesse e soprattutto carenza di personale.

Altra questione la cosiddetta “alternanza scuola lavoro” i PTCO e le decine di infortuni gravi che gli studenti hanno subito durante ore di alternanza o altre attività lavorative spacciate come formazione. L’alternanza scuola lavoro, così come i suoi derivati, mette in dubbio il ruolo che dovrebbe rivestire la scuola pubblica: quella di formare persone ed istruire i giovani. Gli studenti, infatti, non dovrebbero mai trovarsi in una fabbrica, o altro luogo, a lavorare ma in una classe ad imparare, dicono anche dal sindacato Usb.

"Abbiamo ribadito con forza questo concetto anche durante il recente incontro tra Governo e parti sociali della scorsa settimana. Viviamo in un paese in cui tre lavoratori al giorno perdono la vita, assassinati nei posti di lavoro senza che nessun responsabile venga punito."

Condividi questo articolo

Pubblicità