Cocaina purissima nel container delle banane

LIVORNO- Cocaina purissima per un totale di 180 Kg nascosta abilmente tra le banane ma non abbastanza da non essere individuato.

Di nuovo il porto di Livorno diviene protagonista di una nuova intercettazione che dimostra quanto sia rilevante la città come sponda dalla quale veicolare lo stupefacente.

Questo è l’esito di approfonditi controlli congiunti e che vengono effettuati con costanza dagli uomini del Reparto Antifrode dell’Ufficio delle Dogane e dai finanzieri del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Livorno. Cocaina purissima suddivisa in oltre 150 panetti e nascosti all’interno di un container frigo che trasportava banane e partito un mese prima da un porto sudamericano.

Ricordiamo altre operazioni di recupero avvenute nella storia recente, il 27 febbraio 2020, con 300 kili il secondo carico più grande d’Italia, poi arriva il Covid e con la Pandemia calano i collegamenti, poi con la ripresa ecco di nuovo il porto di Livorno base di sponda importante come confermato da nuovi recuperi l’11 marzo e il 14 ottobre del ‘22

Cocaina in panetti

L’ingegnoso sistema di occultamento è stato scoperto grazie agli strumenti tecnologici messi in campo dall’Agenzia delle Dogane oltre che ad una notevole esperienza accumulatasi nel tempo.

Un ulteriore tassello a favore della lotta al narcotraffico sul territorio nazionale cui mancherà di incassare 50 milioni di euro, questo il valore che è stato sequestrato e distrutto dalle forze dell’ordine.

Condividi questo articolo

Pubblicità