Omicidio Capovani, gip dispone perizia su presunto omicida

PISA - Perizia psichiatrica su Gianluca Paul Seung, il 35enne di Torre del Lago (Lucca), in carcere con l'accusa di omicidio volontario per l'aggressione delle scorse settimane a Pisa della psichiatra Barbara Capovani, morta dopo alcuni giorni di agonia. L'incarico è stato affidato  dal gip di Pisa Nunzia Castellano, nel corso dell'incidente probatorio in occasione del quale è stato anche incaricato un genetista per cercare riscontri sul Dna della vittima su un paio di scarpe da ginnastica sequestrate all'arrestato dalla polizia e ritenute appartenere al presunto omicida.

La prossima udienza è stata fissata per l'11 giugno quando si riuniranno gli psichiatri per decidere le modalità con cui svolgere l'esame del 35enne: i risultati della perizia sono attesi per settembre.

"Gli investigatori della squadra mobile - spiega una nota della questura pisana - dopo il fermo di Seung hanno continuato a indagare  per cercare l'arma del delitto, lo zaino e gli indumenti utilizzati dallo stesso per la commissione del fatto e documentato dalle telecamere di videosorveglianza urbana che hanno ripreso l'aggressore. In particolare, sono stati sequestrati e controllati tutti i cassonetti, recuperando e sequestrando un paio di scarpe da ginnastica, che gli investigatori ritengono essere quelle indossate dal presunto omicida, che saranno sottoposte ad analisi biologica per riscontrare la presenza su esse del Dna della vittima".

Condividi questo articolo

Pubblicità