Sciopero degli addetti nei supermercati, lunedì chiusi gli Unicoop Tirreno

Momenti di agitazione per i lavoratori nella grande distribuzione, in giornate di festa, dove l'organizzazione della spesa è un elemento in primo piano. E proprio nella vigilia di Pasqua molti lavoratori hanno incrociato le braccia dopo la rottura al tavolo di trattativa per il rinnovo del Contratto nazionale della Distribuzione Moderna Organizzata, scaduto nel lontano 2019 e atteso da oltre 240mila lavoratrici e lavoratori dipendenti dalle imprese associate a Federdistribuzione. Molti i presidi davanti a vari punti vendita dei più svariati marchi, solo per citarne alcuni Esselunga, Coin, Metro, Ikea, Carrefour, Lidl, Ovs, Obi e molti altri ancora.

Non sono coinvolti i supermercati Conad e Coop perchè hanno un altro contratto nazionale ma per quest'ultimi, o meglio per Unicoop Tirreno ci sono state altre vicissitudini in merito all'apertura nel giorno di Pasquetta. Apertura che è stata negata con decreto da parte del giudice del lavoro secondo cui non sono stati rispettati gli accordi sindacali. Lunedì i supermercati di Unicoop Tirreno saranno dunque chiusi.

Condividi questo articolo

Pubblicità