Trentatrè anni fa la strage del Moby Prince: gli eventi per ricordare

Trentatrè anni dopo, sulla tragedia del Moby Prince (140 vittime a tre miglia dal porto di Livorno) non c’è ancora piena luce. Adesso comincerà a lavorare una nuova commissione parlamentare d’inchiesta, la terza. Proseguirà quello che hanno fatto le due precedenti (l’ultima ha dovuto fermarsi prima del tempo per la crisi del governo Draghi), dovrà mettere in evidenza soprattutto gli aspetti nuovi emersi negli ultimi tempi e cercare di capire aspetti ancora avvolti dal mistero.

Gli eventi in programma, trentatrè anni dopo

Intanto, proprio “per non dimenticare” (che è anche il titolo della manifestazione), la città di Livorno fa numerosi eventi in questa giornata del 10 aprile.

Li organizza il Comune di Livorno, con il patrocinio della Camera dei Deputati, della Regione Toscana, della Provincia di Livorno, dell’Associazione “140 Familiari delle Vittime del Moby Prince” e dell’associazione “10 Aprile Vittime del Moby Prince”.

Il primo momento è alle 11 alla Fortezza Nuova, dove verrà deposta una corona in memoria delle vittime. Alle 12 la messa in cattedrale. Nel pomeriggio, dopo il saluto del sindaco e delle istituzioni ai familiari delle vittime (previsto dalle 14.30) ci sarà alle 16.30 il corteo che partirà dal municipio, attraverserà viale degli Avvalorati, piazza della Repubblica, tutta via Grande, piazza Micheli, ponte dei Francesi, arrivando all’Andana degli Anelli. Alle 17 qui, come sempre, saranno letti i nomi delle 140 persone morte sul Moby Prince e saranno lanciate le rose in mare.

Seguiremo tutto nei nostri telegiornali.

La speranza dei rappresentanti delle associazioni di familiari è che, oltre alle celebrazioni, ora si faccia un passo avanti deciso verso la verità su quella sera.

Condividi questo articolo

Pubblicità