Controlli in aeroporto, sequestrati 310mila euro non dichiarati

FIRENZE - Nell’ultimo mese i funzionari dell’Ufficio delle Dogane di Firenze in servizio presso la SOT aeroporto Amerigo Vespucci e i militari della Guardia di Finanza del 1^ Nucleo Operativo Metropolitano di Firenze hanno rinvenuto, circa 310.000 euro detenuti da diversi passeggeri, in arrivo e in partenza.

Viaggiavano con euro, dollari, sterline e franchi svizzeri al seguito, ma non avevano effettuato la dichiarazione valutaria, prevista dalla normativa europea e italiana nei casi in cui si trasporti un importo maggiore o uguale a 10.000 euro.

Le sanzioni irrogate, sanabili mediante oblazione e quindi con riscossione immediata, sono state complessivamente pari a circa 13.000 euro.

Tra i passeggeri “pizzicati” figura un cittadino malese con circa 25.700 euro, che era stato fermato nel 2019 all’aeroporto di Malpensa con oltre 19.000 euro e quindi negli ultimi cinque anni si era già avvalso della facoltà di estinguere l’illecito con l’oblazione. È scattato quindi il sequestro, come previsto dalla normativa vigente, del 50% della somma eccedente i 10.000 euro, pari a 7.850 euro.

 

 

 

 

 

 

 

I risultati ottenuti sono frutto del protocollo di intesa sottoscritto, a livello nazionale, fra l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli e la Guardia di Finanza, finalizzato a migliorare il coordinamento delle attività nel territorio di competenza e confermano l’efficacia e l’efficienza del sinergico dispositivo di controllo messo in atto dai funzionari ADM e dai militari della GdF, che consente di intervenire sui flussi di denaro in transito attraverso l’Aeroporto di Firenze mediante qualificate analisi di rischio e adeguate tecniche investigative, a quotidiano presidio dei varchi doganali dello scalo fiorentino.

 

 

 

 

[20240416-DTV-Valuta Firenze.jpg]

2 Allegato(i) (401.3 KB)

Comunicato stampa valuta aeroporto FI 16-05-2024.pdf

270.1 KB

20240416-DTV-Valuta Firenze.jpg

131.2 KB

 

Condividi questo articolo

Pubblicità