Pedopornografia, arresti e perquisizioni anche in Toscana

Una nuova operazione contro la pedopornografia condotta dalla polizia postale ha portato all'arresto di nove arresti su tutto il territorio nazionale in flagranza di reato, di questi uno anche in Toscana a Firenze. 26 le persone indagate per detenzione e divulgazione di materiale pedoporpornografico, sottoposte a perquisizioni personali e informatiche, ed anche qui purtroppo la nostra regione è di nuovo coinvolta, due i casi uno a Livorno ed uno a Prato. Sequestrati migliaia di file, scambi di immagini e video raccapriccianti, con abusi anche su bambini piccolissimi. Le investigazioni, coordinate dal Centro nazionale per il contrasto alla pedopornografia online hanno preso avvio da una complessa attività di analisi informatica su alcuni dispositivi elettronici sequestrati a un indagato, arrestato mesi fa, sui quali - all'interno di una piattaforma di messaggistica - erano stati trovati gruppi dediti allo scambio di immagini e video. Le indagini hanno portato all'identificazione dei soggetti attivi sui gruppi. Sono così scattate perquisizioni eseguite con la collaborazione dei vari Centri operativi per la sicurezza cibernetica della Polizia Postale. Il materiale rinvenuto e sequestrato nel corso delle perquisizioni è al vaglio della Procura distrettuale di Catania che ha coordinato l'operazione e della Polizia postale per ulteriori approfondimenti.

Condividi questo articolo

Pubblicità