Una grande folla ai funerali di Denny Magina

Centinaia di persone hanno partecipato ai funerali di Denny Magina, il ventinovenne morto dieci giorni fa in via Giordano Bruno.

C’erano i familiari in lacrime, gli amici, tantissimi, tutti visibilmente commossi. E c’era anche chi lo conosceva appena ma ha voluto comunque esserci per testimoniare il proprio dolore.

Un lunghissimo applauso ha accolto l'arrivo del feretro. La bara, con sopra una maglia amaranto, è stata portata a spalla nella chiesa di San Pio X. Era piena. Il parroco (e presidente della Caritas) don Luciano Cantini ha celebrato la messa. Fuori, nel cortile affollato, in molti hanno scandito il suo nome e attorno alla chiesa sono comparsi gli striscioni per chiedere verità e giustizia.

La morte di Denny Magina non è un suicidio, non può esserlo, hanno detto in questi giorni la mamma e i conoscenti più vicini a lui. Infatti le indagini adesso mirano a ricostruire cosa è accaduto quella sera (era il 22 agosto) nell’alloggio popolare al quarto piano del quartiere della Guglia. Novità importanti potrebbero emergere anche dall’autopsia, che è stata effettuata lunedì ma che potrà svelare nuovi signifcativi particolari nei prossimi giorni.

Condividi questo articolo

Pubblicità