Adolescenti: boom di richieste di assistenza psicologica

PISA - Adolescenti: boom di richieste di assistenza psicologica da parte della fascia composta da preadolescenti e adolescenti, (12 e 19 anni per interderci). E’ quanto è stato registrato in provincia di Pisa grazie ad una ricerca dell’Ordine sullo stato di salute psicologica dei toscani.

Le preoccupazioni principali, in generale, sono quelle dettate dalla paura del futuro, dal timore per le relazioni sociali e dalla paura dell’abbandono e della solitudine.

L’impennata di richieste emerge dall’ultimo studio che l’Ordine degli Psicologi della Toscana ha condotto in collaborazione con il laboratorio di Psicometria dell’Università di Firenze per indagare lo stato di salute psicologica dei toscani nel corso dell’ultimo anno.
Un periodo - quello preso in considerazione spazia dal marzo 2022 al marzo 2023 - caratterizzato da una serie di input esterni che hanno pesato sulle sintomatologie già esistenti, oppure hanno contribuito a innescarne di nuove. Fattori come la lenta fuoriuscita dalla pandemia, lo spettro della crisi energetica e la guerra in Ucraina, oppure i cataclismi climatici, hanno alimentato disturbi come l’ansia e la depressione, le fobie sociali e scolari o i disturbi del comportamento alimentare. I risultati della ricerca sono stati presentati nei giorni scorsi nel corso dell’appuntamento intitolato “La salute psicologica nel post pandemia: risultati dell’indagine Opt negli studi professionali”.

Nella provincia di Pisa ha partecipato all’indagine un campione composto da 107 psicologhe e psicologi con studio privato su questo territorio. In generale, il 70%% degli intervistati ha registrato un incremento delle richieste di prestazione psicologica. Tra le problematiche più frequenti emergono la sintomatologia ansiosa (56%), seguita dai problemi relazionali (21%) e dalla sintomatologia depressiva (7%)

Le fasce di età in cui è stato rilevato un maggiore incremento di domande di assistenza sono quelle dei giovani adulti (45%) e dei preadolescenti e adolescenti (44%). Complessivamente la paura prevalente è quella per il futuro (31%), seguita da quella per le relazioni sociali (26%) e da quella dell’abbandono e della solitudine (25%).

Condividi questo articolo

Pubblicità