Il Pisa pareggia 1 a 1 a Cosenza con Caracciolo al 95′

COSENZA - Cosenza-Pisa, match valido per la 23a giornata di serie B. Squadre in campo. Pisa in maglia gialla. Partiti! Venti secondi e nerazzurri al tiro con Valoti, ribattuto. Dopo 7 minuti tiene l'equilibrio. Partita viva e combattuta su ogni pallone. All'8' angolo Cosenza da sinistra: batte Frabotta e la difesa nerazzurra libera senza affanni. Raggiunto e superato il 10' di gioco. Al 13' Pisa avanti a destra e primo corner per i nerazzurri. Dalla bandierina Valoti corto per un compagno e poi azione che finisce in un niente di fatto. Al 14' ci prova il Cosenza, Marras da destra mette in mezzo, Calabresi prolunga di testa e un calciatore di casa va al tiro, ribattuto dal muro nerazzurro. Cosenza al tiro al 20' con Mazzocchi (Loria risponde con i pugni) e sul proseguo dell'azione secondo angolo per i calabresi. Siamo al 22', partita ancora in equilibrio con il Cosenza più propositivo, Pisa pronto a ripartire. Nuovo angolo Cosenza al 24': da destra va Frabotta e difesa nerazzurra che libera. Punizione pericolosa per il Cosenza al 25', Calabresi stende Florenzi sul lato corto dell'area di rigore. Ammonito Calabresi. Sul punto al 26' Praszelik che spara alle stelle. Ancora angolo Cosenza al 27' che spinge con regolarità. Batte Florenzi da destra e nuova respinta nerazzurra. Occasione Pisa al 29': riparte a sinistra Arena che si fa tutto il campo, arriva in area e incrocia sul secondo palo fuori di un soffio. Peccato. Praszelik stende Touré al 32', ammonito. Al 35' punizione dalla trequarti destra interessante per i nerazzurri mal sfruttata. Angolo Pisa al 39': da sinistra batte Arena, sinistro a rientrare e palla che finisce a Marin, conclusione sballata e inutile, l'arbitro fischia un fallo per la difesa. Gioco fermo al 40', Marin dopo un fallo resta aterra, in campo i medici nerazzurri. Marin si rialza subito. Si riparte al 41'. Meno di un minuto più recupero alla fine del primo tempo. Espulso Calabresi al 45', arriva in ritardo su Florenzi, già ammonito, espulso per doppia ammonizione. Pisa in dieci dal 45'. Si riparte, Praszelik stende un nerazzurro e già ammonito, è graziato dall'arbitro. Assurdo. Buon Pisa a Cosenza, quasi mai in pericolo e vicino al gol con Arena. Nerazzurri ridotti in dieci per l'espulsione di Calabresi e che recriminano per la mancata espulsione di un calciatore ospite. Squadre nuovamente in campo per la ripresa. Nel Cosenza fuori il miracolato Praszelik per Calò, nel Pisa Beruatto prende il posto di Arena. Partiti! Rigore Pisa al 3': Gyamfi tocca di mano il cross in area da sinistra di Barbieri. L'arbitro la va a rivedere. Assurdo, rigore tolto, non si capisce perché. Impossibile da credere questa situazione. Resta comunque la mancate espulsione di Praszelik e il rigore non concesso per il tocco di mano evidente di Gyamfi. Arbitro in piena confusione non ci capisce più nulla. Concede una punizione inesistente al Cosenza, che batte e va in gol al 16' con Tutino (assist di Mazzocchi). Assurdo. 1-0. al 37'. Doppia occasione Pisa al 38': prima Canestrelli mette alto di testa da posizione favorevolissima 8toglie anche la palla a Masucci), poi Beruatto si fa fermare al momento del tiro in area. Meno di cinque minuti alla fine. Siamo al 42'. 6 minuti di recupero. Occasionissima Pisa. Angolo Pisa al 49'. Da sinistra Veloso, Touré e miracolo del portiere che alza in angolo. Il Pisa al 51'' su assist in rovesciata di Masucci. Caracciolo sigla l’1-1. pareggio più che meritato, contro una direzione di gara vergognosa. Espulso Aquilani dopo il gol. al 53'.

Condividi questo articolo

Pubblicità